Un consiglio comunale nel Regno Unito ha suggerito che la torta locale potrebbe essere razzista perché contiene zucchero

Il consiglio comunale di Leeds è preoccupato per le origini dei prodotti locali come la torta Parkin perché potrebbe aver incluso un tempo lo zucchero importato dai Caraibi ed è quindi da considerarsi razzista.

Sì davvero.

La torta di pan di zenzero è stata segnalata in un documento del consiglio laburista come parte di un programma eseguito specificatamente per saziare i delinquenti di Black Lives Matter e scoprire “esempi di come il razzismo continua a essere prevalente nella vita di tutti i giorni”.

“Storicamente, alcuni degli ingredienti utilizzati per realizzare questi prodotti “locali” sono stati ottenuti attraverso il commercio triangolare degli schiavi (ad esempio lo zucchero)”, afferma il documento.

L’indagine cruciale, che il documento conferma essere stata condotta “in relazione a Black Lives Matter”, lamenta “come prodotti locali come lo Yorkshire Parkin e il tè dello Yorkshire siano, di fatto, dipendenti dal commercio globale”.

Oh no, l’orrore.

La cosa diventa ancora piu’ scandalosa se si pensa che tutte queste informazioni sono state preparate per le scuole in modo che ai bambini in età scolare si possa insegnare quanto dovrebbero odiare se stessi e il proprio paese.

Il documento lamenta il fatto che lo zucchero nella torta Parkin, così come gli ingredienti per lo Yorkshire Tea, “sarebbero stati acquistati da tutto l’impero e avrebbero comportato il lavoro di persone sotto schiavitu’, nonché lo sfruttamento delle risorse e delle comunità in tutto il mondo. “

“È possibile che i leader della città abbiano preso di mira la torta dopo aver determinato che mancavano statue problematiche nella città”, riferisce RT. “A differenza di città come Bristol – dove è stata rovesciata una statua del commerciante di schiavi Edward Colston – Leeds è priva di memoriali che onorano le persone legate alla tratta degli schiavi, conclude il rapporto. Tuttavia, “i temi dell’impero e del colonialismo sono ancora importanti all’interno del patrimonio della città” e si può fare molto per promuovere una maggiore “diversità” nel comune”.

Lascia che ti ricordi che questa totale stupidità è tutta finanziata dai contribuenti.

Fonte

210721parkin1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Fai clic qui per acquistare.

veronulla