La Germania Vieta La Protesta di piazza del 29 Contro Il Coronavirus, La Descrive Come “Di Destra” E “Antisemita”

La Germania Vieta La Protesta di piazza del 29 Contro Il Coronavirus, La Descrive Come “Di Destra” E “Antisemita”

di Drago Bosnic

La Germania Vieta La Protesta del 29 a Berlino Contro Il Coronavirus, La Descrive Come “Di Destra” E “Antisemita”

Il senatore di Berlino definisce i manifestanti “estremisti di destra”
Il governo di Berlino ha vietato ufficialmente una protesta programmata contro misure messe in atto per (presumibilmente) contenere la “pandemia” di coronavirus.
L’evento, previsto per il 29 agosto e in coincidenza con le proteste in altri paesi, tra cui Regno Unito, Francia e Canada, è stato chiuso dal Senato di Berlino per timore che la folla “violerebbe le attuali leggi sulla protezione dalle infezioni” .

Se sei preoccupato che si tratti di un attacco alle libertà politiche, non preoccuparti Andreas Geisel (il senatore degli interni di Berlino), è qui per rassicurarci tutti [la nostra enfasi]:
Questa non è una decisione contro la libertà di riunione, ma una decisione a favore della protezione dalle infezioni ” (dice lui).

Proteste a Berlino anticovid proibite per il 29 agosto

Questo anche se le sue affermazioni che questa non sarebbe una decisione politica sono state in qualche modo indebolite, quando ha aggiunto:
[Berlino non sarà] abusata come palcoscenico per i negazionisti del corona virus… e per gli estremisti di destra “.

Una protesta simile all’inizio di questo mese ha attirato decine di migliaia di persone . È stato descritta come “di negazionisti di destra” e ” di antisemitismo” dalla stampa.
Il coronavirus ha un record irregolare, se non addirittura selettivo, quando si tratta di movimenti di protesta. Le proteste antigovernative in Bielorussia, ad esempio, sono esenti dall’essere “pericolose”. Così come le proteste dei risultati di livello A nel Regno Unito .

Negli Stati Uniti e in tutto il mondo, le proteste di Black Lives Matter – lungi dall’essere considerate possibili di gravi rischi di contaminazione – sono state applaudite dagli operatori sanitari e persino dispensate di speciali pass per la violazione delle misure di blocco in molti paesi ( Germania inclusa ).

Una lettera aperta di 1200 operatori sanitari ha definito il razzismo “un problema di salute pubblica” , e ha affermato che era troppo importante fermare le proteste in nome della non diffusione della malattia.

Sembra che se le persone giuste considerano la tua protesta “importante”, e rimuovono ogni rischio di diffondere il covid-19. Questo coronavirus è un operatore che si dimostra politicamente esperto. Consentendo ai governi di essere molto esigenti su quali proteste sono pericolose e quali sono invece necessarie.

Altri paesi seguiranno l’esempio della Germania?

Originariamente su OffGuardian –

Pubblicato il 26 agosto 2020 FRN

Traduzione: L. Lago

veronulla