Bill Clinton ha fatto 2 viaggi all’estero con Ghislaine Maxwell di cui non si sapeva nulla in precedenza

Mentre il mondo attende il processo alla “fidanzata” di Jeffrey Epstein, Ghislaine Maxwell, il Daily Mail ha riferito venerdì – che il presidente Bill Clinton ha volato sul “Lolita Express” di Epstein (il jet privato appartenente al defunto miliardario e pedofilo) durante un viaggio in Taiwan, Giappone e Cina. Ad un certo punto durante il viaggio, Clinton e Ghislaine sono stati raggiunti dal miliardario Ted Waitt.

Durante il viaggio, Clinton e la Maxwell hanno incontrato vari dignitari stranieri e hanno persino promesso una piccola donazione per aiutare a combattere l’AIDS in Cina.

Inoltre, Clinton e la Maxwell hanno fatto un viaggio insieme su un jet privato di proprietà del miliardario Ron Burkle in India nel novembre 2003. La giornalista Vicki Ward – che ha rivelato i nuovi dettagli nel suo podcast “Chasing Ghislaine” – ha riferito che la Maxwell faceva parte di l’entourage ufficiale di Clinton e ha persino condiviso lo stesso hotel con l’ex presidente.

Quest’ultimo viaggio con Burkle faceva parte del lavoro di Clinton con la Clinton Foundation, la sua iniziativa filantropica, per abbassare il costo dei farmaci per l’AIDS.

Maxwell ha usato Clinton come una “fuga” da Epstein, una pausa assolutamente necessaria per sfuggire alla “tossicità” di reclutare donne minorenni per essere abusate da Epstein. Maxwell è stata invitata per un semplice motivo: è stata vista come un intermediario critico per la Clinton Foundation poiché ha sollecitato milioni di donazioni da Epstein.

Maxwell era considerata dallo staff personale di Clinton “tanto importante” quanto Epstein per la raccolta di fondi per la Fondazione Clinton ed era la “persona di riferimento” quando si trattava di chiedere donazioni al pedofilo.

Ward afferma nel podcast: “Ho anche appreso solo di recente da fonti vicine a Bill Clinton che lui e il suo staff post-presidenza consideravano Ghislaine importante quanto Jeffrey, se non di più”.

I registri di volo mostrano che Clinton ha fatto almeno 26 viaggi a bordo del “Lolita Express” – lasciando anche a terra i servizi segreti per almeno cinque di questi voli tra il 2001 e il 2003. L’ex presidente era il più vicino a Epstein durante i primi anni 2000, subito dopo la fine della sua presidenza, che coincideva anche con il periodo in cui Epstein gestiva il suo traffico sessuale a West Palm Beach.

Naturalmente, Clinton ha negato qualsiasi coinvolgimento e/o conoscenza delle attività criminali di Epstein. Smentisce anche i rapporti secondo cui abbia mai visitato l’isola privata di Epstein.

Secondo Ward, Maxwell ha “usato” l’ex presidente nel tentativo (fallito) di interrompere definitivamente la sua relazione con Epstein.

Il nome di Ward potrebbe essere familiare ad alcuni che hanno seguito da vicino la storia di Epstein. Ha investigato la vicenda di Epstein per decenni sia alla CNN che a Vanity Fair. È apparsa in documentari (incluso uno su Netflix) su Epstein e i suoi crimini.

Secondo un libro su Epstein e la Maxwell intitolato “A Convenient Death”, Clinton era principalmente interessato a Epstein a causa della Maxwell, con il quale aveva una relazione. A parte i viaggi, la Maxwell è stata tra gli ospiti al matrimonio 2010 di Chelsea Clinton.

Fonte

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Fai clic qui per acquistare.

veronulla